Unicredit, crediti coi premi. E finanzia così la "Rigoni"

Le nuove linee della banca 23 lug 2021

È la "Rigoni di Asiago" a fare da caso-modello per il lancio di banca UniCredit di «un'innovativa gamma di finanziamenti per le imprese che si impegnano a migliorare il proprio profilo di sostenibilità, in linea con piano d'azione lanciato dalla banca a supporto del Pnrr per sostenere la ripresa del Paese facendo leva sul ritorno ai consumi e sulla trasformazione digitale ed ecologica». In particolare la banca lancia "Finanziamento futuro sostenibile", prodotto che vuole «incentivare gli investimenti di medio-lungo termine delle aziende italiane supportandone i piani di crescita sostenibile»: riconosce già all'erogazione «una riduzione del tasso rispetto alle condizioni offerte previste per queste operazioni, con successiva verifica del raggiungimento di almeno due obiettivi di miglioramento in ambito Esg, prefissati alla stipula del finanziamento».

Proprio in quest'ambito UniCredit annuncia di aver concesso «un primo finanziamento da 10 milioni per la crescita sostenibile di Rigoni di Asiago, azienda leader in Italia nel settore delle confetture e delle creme spalmabili. L'operazione è vincolata al raggiungimento di due obiettivi Esg che l'azienda si e impegnata a realizzare: da un lato implementare le attività formative su tematiche legate alla sostenibilità per i propri dipendenti, dall'altro aumentare significativamente il numero di clienti e di fornitori coinvolti su temi di sostenibilità».

«Siamo fermamente convinti - dice Andrea Rigoni, presidente e ad di Rigoni di Asiago - che noi, come società globale, dobbiamo fare scelte responsabili, sviluppare stili di vita sostenibili e utilizzare la migliore tecnologia per creare un equilibrio tra la disponibilità e il consumo di risorse. Fin dalla sua fondazione, la nostra azienda si è impegnata a rispettare l'ambiente, favorendo la biodiversità e lo sviluppo di buone pratiche per garantire scelte consapevoli per noi e per le generazioni future. Grazie al supporto di UniCredit avremo l'opportunità di impegnarci ancora più assiduamente in attività formative a tema sostenibilità, coinvolgendo dipendenti, collaboratori esterni e fornitori in un processo virtuoso che porti benefici tangibili all'intera collettività».

E Niccolò Ubertalli, responsabile Italia di UniCredit: «Per noi è fondamentale incentivare gli investimenti delle imprese che vogliono migliorare il proprio profilo di sostenibilità sia sotto il profilo ambientale che sociale e di governance».

In collaborazione con