Di Giulia Armeni

Pellicola trasparente: se è firmata Crocco il suo cuore è "verde"

Ha ottenuto la certificazione Icss Plus 18 giu 2021
La pellicola trasparente realizzata da Crocco spa viene realizzata secondo il programma "Greenside" per la sostenibilità del packaging La pellicola trasparente realizzata da Crocco spa viene realizzata secondo il programma "Greenside" per la sostenibilità del packaging

Trasparenti in tutti i sensi. Letteralmente - trattasi di pellicole per il packaging - e metaforicamente - sotto la superficie, una visione imprenditoriale improntata alla massima sostenibilità. È questa la sfida con cui Crocco spa, azienda leader dal 1967 nel settore dell'imballaggio flessibile, proietta la sua produzione verso l'olimpo del "rating" internazionale Icss Plus, ovvero International Sustainability and Carbon Certification.

Una prestigiosa certificazione di rispetto e sostenibilità rilasciata al gruppo vicentino dall'organizzazione mondiale che conta, tra i propri membri, anche il Wwf, European Bioplastics e le Università dell'Illinois e di Twente.

Con questo diploma "ambientale" Crocco ottiene di fatto il via libera all'intera catena di fornitura dei suoi prodotti: un marchio di garanzia sull'attribuzione del materiale usato (bio, riciclato etc) nel bene finale e sulla materia prima proveniente da coltivazioni che non comportano deforestazione. Ma sono soltanto alcuni dei parametri presi in esame da Icss Plus nella valutazione delle pellicole per il packaging in polietilene prodotte da Crocco. Una valutazione che non è che l'ultimo, importante tassello all'interno di un mosaico più ampio: Crocco ha ottenuto infatti la Compostabile Cic - sull'effettiva compostabilità industriale delle pellicole per alimenti; l'Ocs, sul trattamento delle microplastiche negli stabilimenti; l'Iso 14067:2018 Systematic Approach, per il calcolo dell'impronta climatica sull'intera gamma di prodotti; e Plastica Seconda Vita, sull'utilizzo di plastica riciclata fino anche al 60% del film plastico.

Tanti importanti step di un cammino che trova il suo coronamento ideale in "Greenside", il programma firmato Crocco per la sostenibilità del packaging. Un sistema per cui, grazie ad un processo di Eco design collaborativo, è possibile limitare al massimo l'impatto ambientale, addirittura arrivando a compensare le emissioni di Co2.

«Il nostro approccio alla sostenibilità - spiega Renato Zelcher, ad di Crocco - non si limita a quanto accade nei nostri stabilimenti, con questa certificazione volontaria abbiamo voluto dimostrare come ogni anello di questa nostra catena sia sano e fornisca il proprio contributo all'economia circolare».

Iscc Plus, infatti, certifica non solo la sostenibilità del prodotto, andando a identificare la quantità e la qualità di materiale da fonti sostenibili presente nella ricetta; ma si occupa anche di verificare la bontà dei fornitori, i quali devono garantire di rispettare gli standard di trasparenza e gestione sostenibile della materia prima, dalla coltivazione a tutte le fasi della trasformazione.

«La tracciabilità dei materiali lungo la catena a monte - aggiunge Zelcher - è, per il cliente, un'ulteriore garanzia della serietà e sicurezza di ciò che va ad acquistare e anche a comunicare. Lo schema Iscc Plus dice che siamo in grado, attraverso un bilancio di massa, di certificare la percentuale di materiale sostenibile (vale a dire proveniente da fonte rinnovabile o da materiale riciclato) presente nelle pellicole».

In collaborazione con